Caso #2

Scrittura: compatibilità matrimoniale

Questa coppia, invece, si presenta così diversa da creare un certo effetto di vertigine. Qui evidentemente sono attivi dei meccanismi di compensazione molto forti, ma la diversità è così accentuata da creare, inevitabilmente, conflitti a breve termine e probabile indifferenza a lungo termine.

Lui si presenta con una spiccata funzione di intuito: vede dietro l’angolo, come direbbe Jung, in un contesto però piuttosto disomogeneo. Il ritmo è fortemente irregolare, gli sbalzi nel calibro e le brusche oscillazioni nella tenuta del rigo creano contrasti all’interno della stessa persona per la forza delle tensioni interne che questa deve gestire. Il pensiero e l’azione seguono schemi non molto prevedibili, con ridotta costanza applicativa e sbalzi d’umore. I segni, in genere, si rinforzano l’uno con l’altro: qui abbiamo un esempio di quello che Moretti definisce temperamento dell’assalto per impetuosità impulsiva, dato dai segni Scattante e Slanciata, rinforzati dal segno Impaziente, dal Larga tra parole irregolare e dalla presenza dell’Angolo A. L’assalto è inteso come reattività immediata nei confronti degli stimoli ricevuti; non accetta correzioni, freni, rallentamenti quando si trova nell’ardore dell’entusiasmo. La scrittura tende anche al Filiforme, e quindi si lascia sollecitare un po’ da tutte le situazioni, da tutte le impressioni che riceve. Le impressioni sono a base di intuito, cioè sorvola sugli aspetti esteriori delle cose, che non gli interessano affatto, fino a non vederli proprio. Possiamo avanzare l’ipotesi che sia proprio la sensazione la sua funzione inferiore e che perciò sia questa la sua porta aperta verso l’inconscio.

Il segno Scattante qui è veramente forte: porta con sé lo scatto dell’entusiasmo, lo scatto della passione, lo scatto dell’ira, lo scatto dell’altruismo, ecc. Per questa tendenza sostanziale del sentimento, è portato a gustare le situazioni in cui ci sia un po’ di dramma, in cui ci sia una certa tensione tra opposti; apprezza l’arte fondata sull’armonia delle parti, purché contrastino parecchio. Essendo lo scatto unito allo slancio, questo gli dà l’intuizione pratica, che vede subito la soluzione delle cose; però se si mette a ragionare con calma, si innervosisce e non sa più che cosa fare. Perché in lui l’intuizione è chiarissima, ma non è in grado di svilupparla nel senso di elaborare poi le ragioni a sostegno di una scelta: qui si perde. Perciò, se vuole un parere non basato solo sull’intuito, ma sulla ponderazione, si rivolge ad altri. In genere però, anche perché è impaziente, cerca situazioni in cui applicare il suo intuito in modo veloce per ottenere risultati immediati.

Conoscendolo, è un soggetto che ha il culto dell’intuizione. Classifica le persone in base a due categorie: intuitive e non, e naturalmente le seconde non valgono nulla. L’unilateralità della funzione principale! Però questa posizione verbale non corrisponde del tutto ai bisogni del suo inconscio: osserviamo, infatti, da quale tipo di donna è stato attratto (sua moglie). Qui troviamo conferma al suo bisogno del dramma, dato dal segno Scattante: evidentemente lui predilige le situazioni di tensione/attrazione determinate dagli opposti. Cerca, inoltre, una persona, con qualità dominanti decisamente diverse dalle sue: lei è calma, anzi non perde mai la calma, è ponderata, ragionatrice, in grado di argomentare con chiarezza, di portare tutte le ragioni fino a sviscerare completamente l’argomento in questione. Lui ama stuzzicare, però è instabile, irrequieto. Lei è una roccia: non si muove dalla sua posizione neanche se la uccidi. Lei con la scrittura Calma, Piccola, Accurata, Larga tra parole superiore al Larga tra lettere, non molla; entra nell’ipercritica che investe piuttosto il sentimento sostenuto dal ragionamento: io sento così e così deve essere. Lui la può anche insultare, lei lascia dire, lascia fare, però non demorde dalle sue idee, dai suoi punti di vista.

Da questo punto di vista è una coppia straordinariamente polarizzata. Tuttavia l’attrazione iniziale, probabilmente fortissima, è sottoposta alla tensione continua esercitata da due opposti, che potrebbero finire per reagire in modo stereotipato e del tutto prevedibile nelle situazioni conflittuali a lungo termine, perdendo così di fascino.

Ciò che è diverso può piacere, ma alla lunga anche esasperare, e se non subentrano qualità di introspezione e di integrazione reciproca, anche tramutarsi in indifferenza.