Caso #6

Scrittura: compatibilità matrimoniale

FIGG. 72-73 – A volte succede che la spinta all’integrazione psichica susciti un senso di ammirazione anche o soprattutto perché si presenta come un caso disperato, e le imprese disperate suscitano quel rispetto dovuto al coraggio, alle risoluzioni estreme. In questo caso, oltre alla forte diversità sul piano psicologico, esiste anche una notevole differenza di età, più di 15 anni, accentuata dal fatto che fisicamente lei sembra ancora più giovane.

Queste due persone non hanno mai saputo trovare il modo di vivere una situazione di coppia, però l’attrazione reciproca, nel senso di spingere lui al corteggiamento e lei ad innamorarsi, è stata altissima. Ma lui, con il suo Gettata via, è troppo sciatto per lei; lei è troppo esigente per lui. Sono cose evidenti a prima vista. L’impossibilità per questa coppia di funzionare è scritta a chiare lettere nella troppa diversità. Però questo esempio illustra in modo assai significativo come la grafologia applicata alla coppia possa mettere in luce le tendenze evolutive più profonde nella psiche individuale.

Lei si sente prigioniera della sua sostenutezza, della sua inflessibilità, del suo tener troppo conto delle convenienze esterne, del suo bisogno di cercare le proprie esigenze con eccessiva ricercatezza; subisce il fascino dell’intelligenza profonda, originale, concettuale di lui, che procede a sbalzi, che si disinteressa totalmente delle convenienze, che ha quella sicurezza intellettiva, quella spontaneità di azione che proviene dall’interno e non tiene conto per nulla di ciò che pensano gli altri. Ciò che ci affascina rappresenta ciò che noi dobbiamo integrare in noi stessi. Naturalmente non ci riusciremo mai in senso totale: ognuno di noi resta se stesso, però procediamo vero la completezza, verso l’integrazione.

Qui vediamo che i due hanno compiuto un tentativo drastico di integrazione. Lui trova in lei il senso estetico, il gusto artistico; ma soprattutto, a livello di carattere, quella stabilità e regolarità che poi di fatto, nella realtà, sarebbe diventato il primo motivo di urto. Il disordine di lui, in tutti i sensi, la farebbe impazzire. Le esigenze di lei, lui non riesce neanche a concepirle. Tutti e due hanno un buon Larga tra parole, amano il ragionamento, l’originalità concettuale: questo è un bisogno comune.

Non vorrei dire altro su questa coppia, anche perché conosco lei troppo bene. Del resto non voglio dare l’impressione di avere risposte o giudizi definitivi; il mio è solo un tentativo di mettere in luce le tendenze più profonde che possono agire a livello inconscio nella scelta di un partner, e di come sia possibile capire, attraverso questa scelta, in quale direzione sta volgendosi il percorso evolutivo individuale, quali sono gli obiettivi che si sta ponendo, le carenze che sente in modo più urgente come limiti individuali da superare.