Apertura a capo delle O e delle A

segno modificante della volontà, ma può considerarsi come un segno sostanziale

indica la facilità dell’istinto sessuale, che si presenta sotto una specie di intenerimento vago e non ben definito, ma che si ripercuote non indifferentemente nell’istinto sessuale.
E’ anche il segno dell’intenerimento della parte affettiva su qualunque cosa. La tendenza contraddetta dà una forma più o meno spirituale di beniaminismo.
Chi ha questo segno sente con molta facilità la fame della specie. Basta un nonnulla che indichi l’altro sesso o che ne sia l’indice per accendere in loro un fuoco di libidine. E’ indice anche di fecondità prolifica. Chi ha questo segno riesce bene per immagini romantiche. Porta facilità alla compassione per un caso pietoso. (T, 274)

E’ indice della disposizione a quella abilità di intenerimento che serve per comprendere tutte quelle cose che sono dirette alla eccitazione del senso atto a risvegliare l’attività erotica. (Att, 118)

Intuizione romantica (Att, 5)

Questo intenerimento tende ad invadere le facoltà intellettive e a produrre in esse un che di obnubilamento, per cui il soggetto si trova debilitato nelle facoltà volitive. (Vz, 192)

  • tende ad obnubilare le facoltà della distinzione (Sc, 15).

Questo segno, intellettivamente considerato, viene a partecipare delle bellezze del segno Disuguale metod., in quanto che, esaminandosi per mezzo dell’introspezione, sa trovare tutte le variazioni dell’intenerimento sessuale, da cui scaturiscono non poche delle invenzioni dell’intelligenza umana.(Att, 71)

L’intenerimento sessuale frenato ed elevato introduce il soggetto a un che di misticismo, non già che il misticismo scaturisca dall’intenerimento sessuale, ma perchè coloro che sono facili all’intenerimento sessuale hanno il sentimento che facilmente si intenerisce per tutte quelle cose che sono pascolo della tenerezza dello spirito

Sopra media: indica nel soggetto l’insaziabilità sessuale (Vive di questo, sogna di questo.) (PP, 60)
Questo segno anche se sotto la media disturba sempre il soggetto e tende a prevalere sugli altri segni. (PP, 59)

  • questo segno tende a peccare di troppa socialità, essendo il segno che chiamerei principale della fame della specie. (PP, 124)

E’ il segno grafologico della facilità dell’intenerimento sessuale. Entra in azione principalmente l’istinto sessuale, che può invertirsi in forme di stanchezza. L’inversione scaturisce dalle eccessività del segno. (PP, 38)

APERTURA A CAPO O-A + DISUGUALE METODICAMENTE – ha la disposizione al concetto che si compone di quelle soavi sfumature che formano in un certo qual modo la colorazione dell’arte, che formano quel che rende l’arte dolce, soave pur quando tratta di argomento che non richiede di essere tale. Pare che la fantasia sia aperta a tutte quelle soavità di emozioni che stringono l’arte da ogni parte, sicchè l’arte stessa è tutta soffusa di sè medesima nelle più tenui insenature. Perchè il segno Apertura capo A-O principalmente riguarda il sentimento che viene subito ingoiato – per modo di dire – dal senso della sessualità per introdurlo nella sensualità. (Att, 79)

Con DISUGUALE METODICO e CURVA – indice dell’arte avvolta in una passione inesauribile, ma che fa male al sentimento castigato.
Originalità romantica tutta singolare, che va nelle pieghe profonde del cuore. (Att. 14)

Apertura capo A-O è una specie di risentimento dell’io che reagisce. Se congiunto con gli Angoli A, si evolve o in modo strapotente oppure in singolarità speciale di ricercatezza dell’oggetto. (Att, 21)

Per determinare un vero carattere di cessione (per facilità all’intenerimento sessuale) deve avere per compagni i segni Aste col concavo a destra e Pendente, ambedue in grado superiore, oppure almeno uno dei due segni in grado superiore, perchè se avesse a compagni i segni della resistenza o dell’assalto in grado superiore, non sarebbe più il carattere dell’intenerimento sessuale.
Se avesse a compagni i segni della attesa resterebbe carattere dell’intenerimento con la tendenza a confermarsi in esso, disposto per questo a studiare i mezzi per l’intento dello stesso intenerimento. (GP, 118)