Disuguale metodicamente

Questo segno grafologico è del tutto sostanziale, e riguarda l’intelligenza e il sentimento. Indica originalità e personalità di intelligenza e di sentimento

  • arte pura
  • scienza inventiva

DEFINIZIONE – La scrittura disuguale metodicamente è quella che ha disuguaglianza di lettere nel calibro, cioè quella che ha alcune lettere più piccole, altre più grandi, ma sempre in modo metodico, cioè la disuguaglianza si deve ripetere omogeneamente.

GRADAZIONE

  1. quanto più la disuguaglianza è piccola tanto più alto è il grado;
  2. quanto più le disuguaglianze sono molteplici tanto più forte ed elevato è il grado (è molto difficile si possa dare una scrittura con più di sei disuguaglianze);
  3. quanto più è costante la metodicità tanto più forte è il segno (la metodicità consiste non solo nel calibro ma anche nella costanza della forma propria della scrittura data).

N. B.

  1. Quando la disuguaglianza è minima è più forte il grado. Questo vale per l’arte principalmente che riguarda la lirica raffinata, la satira, la pittura, la miniatura e anche la scultura.
  2. Quando la disuguaglianza è accentuata e a sbalzi ma sempre metodica, allora indica tendenza originale e abilità per l’organizzazione e generi affini.
    Anche quelli che hanno la disuguaglianza metodica minima possono riuscire ad organizzare, ma sono più discorsivi e calcolatori, mentre gli altri hanno il coraggio di affrontare difficoltà enormi. E non vanno passo passo, ma direi che volano alla conclusione.
  3. Quando le disuguaglianze sono parecchie, ma la metodicità non è costante, allora il soggetto manca di attenzione sicché può comparire di poca intelligenza; anzi la stessa attenzione per essere attento è un fomite della sua disattenzione. (T, 161- 167)

L0044159 Note by Francis Crick

scrittura Disuguale metodicamente in alto grado

.

Indica tendenze inventive nel campo dell’intelligenza.
L’invenzione può riferirsi alle cose che ci circondano, in quanto che da esse l’inventore sa combinare delle leggi per forza di similarità, e dalla combinazione di tali leggi sa trovare cose nuove (facoltà inventiva per la scienza).
L’invenzione può anche riferirsi a cose che l’inventore ha internamente in modo originale; e l’invenzione, allora, si versa appunto sopra l’originalità della sua personalità innata (facoltà inventiva per l’arte).
Nel primo caso il lavoro principale spetta all’intelligenza; nel secondo caso spetta principalmente all’immaginazione.
(lo scienziato inventore si lascia trasportare dal ragionamento originale, mentre l’artista si fa trasportare dall’immaginazione originale) (T, 161)

Il Disuguale metodicamente riguarda la personalità di ogni uomo in quanto è individuale, cioè in quanto si distingue da ogni altra personalità umana. L’uomo individuale, in quanto tale, è personale e tutte le sue azioni sono personali, per cui l’uomo in quanto tale ha in se stesso i principi e i mezzi per l’arte, sia pura, sia arte che si riversa sulla scienza, cioè arte senza logica esplicita oppure arte regolata apertamente nella logica. Quindi tutto quello che in modo originale, sia nel campo del sentimento come dell’intelletto, entra nel concetto di arte (arte dell’educazione, del comando, dell’obbedienza, saper adoperare le passioni, saper camminare, modulare la voce e lo sguardo, saper manifestare i propri affetti, saper combinare le leggi fisiche, ecc.) appartiene al Disuguale metodicamente. (T, 163)

In generale chi ha questo segno ispira molta simpatia.
Ordinariamente parlando, il Dis. met. porta la concisione tanto del pensiero quanto del sentimento; c’è molta sostanza. Nell’uomo che voglia usare l’arte dell’attrazione, dell’incanto, dell’ammirazione, può concentrarsi tutta l’arte possibile richiesta allo scopo..
Tanto l’uomo come la donna hanno facilissimamente l’ambizione di essere notati, di essere indipendenti nel giudizio, di arrivare al diritto di evasione da certe leggi che toccano il comune degli uomini.
Non sono di facile contentatura circa la scelta del compagno della vita. Per un rifiuto su questo campo resterebbero fortemente mortificati e avviliti e sentono in qualche modo la spinta ad una specie di vendetta.
Se vanno per una strada errata, è facilissimo e difficilissimo che si riducano alla rettitudine. E’ facilissimo in quanto che basta un nonnulla essendo preparati per precipitare nella verità; è difficilissimo perchè contrappongono una resistenza attiva ed ostinatissima.
Bisogna notare che l’uomo e la donna arrivati alla pubertà manifestano già questo segno se lo hanno.
Essi fin dall’infanzia devono essere trattati con molto rispetto e non devono mai essere educati con la violenza ma con la persuasione. Bisogna adoperare con questi la discrezione in tutto per non farli affondare nella esasperazione o nella ipocrisia. Sono tipi che sviluppano l’intelligenza con la propria osservazione perchè sono del tutto alieni dalla riproduzione. Essi producono. Da fanciulli sembrano quasi poco intelligenti perchè a poco a poco entrano nella vita ed hanno manifestazioni proporzionate all’età. Il ragazzo che parla molto viene stimato intelligente mentre non lo è. Costoro (con Dis. met.) sentono istintivamente gli argomenti che non sono della loro età, e non ne trattano. Tutte le asserzioni che vengono fatte dagli adulti tendono a vagliarle nel proprio interno e a tenerle sotto il vaglio finchè non ne abbiano veduto il fondo; ma non hanno fretta di andare alla soluzione. (T, 165)

Il Disuguale metodicamente porta originalità e attenzione di quelle cose sulle quali versa l’originalità. Ma ci sono però delle nature tali che tendono a menomare la loro originalità nel concludere poco. Questo quando il Disuguale metodicamente, oltre all’incostanza nella metodicità, ha per compagno il segno Sciatta, oppure Flemmatica (menefreghismo) in quanto questi soggetti tendono a non curarsi di forzare l’attenzione, di modo che la stessa attenzione per essere attenti è un motivo della loro disattenzione. (T, 167)

In grafologia l’intuizione, essendo propria dell’artista in quanto tale, viene significata dal segno Disuguale metodicamente. L’intuitivo con un semplice sguardo abbraccia tutto un complesso di cose e vola alla parte conclusiva. Ma se lo si chiama ai minimi particolari, egli di tutto sa rendere conto. (T, 167)

  • possiede originalità, e quindi in tutto è portato a manifestare la sua personalità; di conseguenza, non sempre si mostra docile verso le idee e i metodi che gli possono venire imposti . (B, 177)
  • segno grafologico dell’arte nella sua originalità o personalità concettuale della scienza inventiva. (Att, 76)

E’ il segno grafologico della originalità o personalità intellettiva e del sentimento. Concerne principalmente l’istinto psichico circa l’originalità intellettiva. Gli altri due istinti possono anche essere messi da parte e trascurati. … Nell’istinto psichico il dis. met. si presenta con intraprendenza e irrequietezza per esigenza, con incontentabilità di perfezione, indipendenza di iniziativa. (PP, 33)

  • dà l’arte concettuale. (T, 412)

(con Largo tra parole sopra i 5/10): tendenza alla scienza, cioè alla originalità nel ragionamento. Intelligenze di questa specie possono essere abili per l’arte, ma non tendono all’arte, attirate come sono dal ragionamento. (B, 114)

Dis. met.= intelligenza originale, la quale originalità può con l’intuizione sostituire il significato di qualunque altro segno grafologico. (Sc, 172)

Dis. Met + Angoli A – insieme danno le raffinatezze della concezione e delle espressioni artistiche che incorniciano in modo distinto le particolarità personali dell’oggetto dell’arte, in quanto tale oggetto è la personificazione dell’autore che, senza avvedersene, ha adoperato la introspezione e l’ha messa in atto. (Att, 19)

Quando il Disuguale Metodicamente rasenta un po’ il disordine, il soggetto tende ad esercitare la sua professione in modo un po’ sbrigativo. (Att, 279)

Chi ha la disuguaglianza metodica rifugge dalla menzogna, ma ne è abilissimo e tende ad usarla quando si tentasse di abusare della sua sincerità, della sua avvedutezza, della sua penetrazione. (Vz, 295)

Dis. met. per esempio se unito a Slanciata, Dinamica, può menomare l’equilibrio dell’intuizione, dando luogo all’audacia. In questo senso … può ridurre le qualità ad unilateralità menomando l’esigenza e la compiutezza delle conclusioni. (Sc, 17)

Dis. met. + Larga tra parole sui 5/10 o sotto i 5/10: …allora non è il ragionamento che domina, ma l’intuito che vale molto di più del ragionamento anche perchè allora vi concorre il sentimento per cui l’essere umano si manifesta nella sua compiutezza. (PP, 34)

LUISETTO

Se è forte il Dis. met. rende l’individuo troppo attaccato a se stesso. E’ un segno meraviglioso, ma è strano, dà la stranezza dell’uomo.
Chi ha dis. met. è sempre indipendente, non si adatta mica, è un po’ irrequieto. Dopo se ha l’equilibrio intellettivo modera.

Senza Larga tra parole: dà l’originalità ma non la consistenza.
E’ tutta una emersione: osservazioni dovunque, però non conclude.
Non è capace di ragionamento, ma ha molte intuizioni: perciò non fa altro che fare rilievi perché vede tante cose e non le sa collegare. Con l’intuizione le vede, ma dopo non le sa collegare perché non ha Larga tra parole.
Diventa uno che mette in rilievo le proprie indipendenze senza concludere oggettivamente quello che deve fare.
Disuguale metodico è una forma di soggettivismo, guarda se stesso.
Senza Larga tra parole, mancando la ponderazione, manca anche il controllo su se stesso. Sente la reazione, per il Disuguale metodicamente, però non ha l’equilibrio per raccogliere le risposte che uno gli dà.
Dà la faciloneria originale, di quello che ha tante idee e non ne conclude neppure una.