Flessuosa

segno sostanziale della volontà: menzogna, tergiversare insincero (PP, 37)

DEFINIZIONE – E’ quella che tende a piegare, a dare pieghe aggraziate agli assi e alle lettere, partecipando così della scrittura Vezzosa civetteria in quanto al corpo delle lettere. Gli assi e le lettere si presentano come le membra umane in una danza, come i movimenti di due cani da caccia intenti a rincorrersi e ad assaltarsi per gioco. Per questo esclude tutti gli angoli a forma acuta e ammette solo gli angoli smussati, spiccatamente smussati, e ha una certa eleganza. Quindi Flessuosa partecipa delle qualità degli angoli C. (T, 185)

  • Flessuosa è una particolarità di Sinuosa. (T, 517)
  • La congiunzione dei segni Accurata e Aste rette e il segno poco elevato di Fluida costituisce la vera “flessuosa” (Vz, 324)
  • Può essere dato dalle lettere fatte a convolvolo, il quale particolare si avvera in quel doppio giro delle a, delle o e delle loro derivate. (PP, 149)
  • I segni che indicano rigidezza, come Intozzata I modo ed altri, fanno scendere di grado il segno Flessuosa. (T, 185)

Indica espressione di altruismo che pare rinunzi a tutte le esigenze dell’io, ma che in realtà è un altruismo di convenienza, un altruismo che può fermarsi sulle sole modalità di esso e quindi non procedente dall’interno del cuore, un altruismo che è artificiale e perciò più o meno ingannevole secondo l’accentuazione del segno. Direi che è indice di un altruismo che siccome dice troppo non può essere vero. Indica un sorriso accomodato da cui traspira o può traspirare una tinta di satira che all’animo sensibile ispira diffidenza. E’ una menzogna artistica.
Porta nell’uomo un che di sdolcinatura nella parola, nel gesto, nell’incesso e nelle movenze. Il suo concetto tende molto a curare la forma esterna. Va a cercare nella letteratura e nelle scienze tutto ciò che ha sentore di sentimento raffinato e melato. Tende ad avere un po’ di fobia di contatto.
Nell’uomo e nella donna Flessuosa rivela tutto un complesso di insincerità per presentare se stessi sotto una luce soddisfacente. Pensano che tutti abbiano le loro stesse debolezze e sono portati a maliziare sulle azioni altrui. Hanno sensibilità tutta esteriore. (T, 185-187)

Non asserisce mai in modo assoluto, ma sempre con precauzione sicché si resta molto titubanti nel giudicare il suo temperamento e carattere.
E’ pieno di attenzioni precauzionali per ottenere maggiormente lo scopo. (Sc, 72)

  • intuizione per dolcezza di complicazione intellettiva o dell’arte del ripiegamento. (Att, 5)

E’ il segno grafologico del tergiversare insincero. Entrano in azione tutti e 3 gli istinti. (PP, 77)

  • tende ad agire non con sincerità, ma manipolando gli elementi della sua attività per scendere alla parte conclusiva del proprio profitto. (PP, 77)