Intozzata II modo

sostanziale volontà:

  • impressionabilità, isterismo (Att, 7)
  • sensibilità, sensitività (Att, 49)

Il segno Intozzata II modo si ha allorché il chiaroscuro nelle aste e nelle lettere si affina repentinamente alle estremità dello stesso chiaroscuro. L’intozzatura si deve iniziare repentinamente e repentinamente deve finire… Si manifesta nei tratti discendenti, nei risvolti superiori delle “m,n,s”, nelle linee trasversali delle “r” ecc. (T, 96)

vangoghmuseum_brief_vincent_van_gogh_aan_theo_broer_560x350_tcm503-139523

scrittura di Van Gogh

.

Questo segno indica impressionabilità (emotività) sicuramente patologica quando il segno è in un grado superiore e con pericolo di divenire patologica anche quando è in grado inferiore. E’ un segno sostanziale della volontà che si ripercuote nell’intelletto spingendo le facoltà intellettive a rivestirsi di sensitività.
Chi ha l’intozzatura 2° modo riceve come tanti piccoli colpi prodotti dalle impressioni, i quali si ripercuotono sulla grafia con quelle intozzature repentine, per cui, a causa della frequenza e della repentinità di tali colpi, non ha tempo sufficiente per esaminare e sceverare.
L’impressionabilità può essere euforica o depressiva. (T, 96)

L’emotivo tende a prendere deliberazioni repentine …Tuttavia non può fare a meno di prendere deliberazioni repentine, e qui sta il suo stato patologico, perché se desse tempo al tempo vedrebbe le cose sotto giusta luce. (ib.)

L’impressionabilità è certo un’emozione. Tutti siamo soggetti a questa specie di emozione in casi in cui l’impressionabilità sia ragionevole con un fatto.
Qui invece si tratta di coloro che si impressionano per qualunque piccola cosa e sono tratti ad accentuare la portata del fatto che produce in essi l’impressionabilità, mentre per se stesso il fatto potrebbe essere una cosa da nulla o trascurabile per uno che non ha la tendenza ad impressionarsi in modo speciale.
Noi possiamo considerare i tipi impressionabili come soggetti ad una serie indefinita di timori che si succedono senza interruzione. (T, 105)

L’impressionabilità porta seco un sentimento che si offende e perciò, in certo qual modo, si obnubila davanti a qualunque cosa che faccia un po’ colpo; mentre la sensibilità è quella specie di delicatezza del sentimento per cui si percepiscono anche le minime sfumature dell’estetica e le minime pieghe della bruttezza senza obnubilamento di sorta. (T, 106)

L’emotività ha l’effetto improvviso e fa agire il soggetto dietro l’impressione avuta che, nel caso dell’emotività, è sempre di carattere soggettivo. (Sc, 14)

La psiche è nelle condizioni di chi riceve colpi continui e incessanti tanto dall’esterno come dall’interno, da non aver modo di liberarsene.
Nella emotività principalmente viene colpito il sentimento, cioè la parte che precipita verso la accessibilità. Questo obnubila la ragione. Per conseguenza cresce l’agitazione fisica. Il soggetto emotivo tende a determinazioni repentine ed improvvise tanto di difesa come di offesa.
Gli emotivi possono arrivare a mania di persecuzione, di incomprensione, a convincimento di non trovare la via giusta, a manie religiose, scientifiche ed artistiche, sensuali, affettive.
Il segno della mania sta nell’Intozzata II modo.
L’occhio è piuttosto sbarrato. (Sc, 32)

(intorno a 3/10) sono tipi che entrano nel campo delle emotività che può avere uno sbocco nella sensitività.
Costoro tendono a fare un po’ di commedia mettendo in atto le loro specialità sortite da natura.
(Vz, 287)
(attitudini professionali: artisti, medium …)

con Sinuosa: grande sensibilità (stazione molteplice ricevente) e sensitività paranormale. La sensibilità e la sensitività paranormale sono le fonti della lettura del pensiero e del sentimento altrui. (Att., 50)

E’ il segno grafologico della emotività.
Nell’istinto vitale produce la fissazione a presunte malattie.
Nell’istinto sessuale tale segno induce il soggetto a fissarsi sul dominio di un affetto insoddisfatto o contraddetto.
Nell’istinto psichico colpisce gli intellettuali che credono di avere intelligenza singolare o veramente l’hanno circuendola di presunta incomprensione. (PP, 32)

Anche con un grado sottomediocre, benchè lasci il passaggio quasi subito alla ragione, qualche cosa lascia nel soggetto dell’apprensione, dell’ansia o dell’abbattimento. (Att, 42)

Intozzata II modo – Presuppone un soggetto il cui equilibrio nervoso è alterato da un’eccessiva impressionabilità, eccitabilità, probabilmente perchè le sue energie non hanno trovato uno scarico adeguato, oppure perchè lo scarico avviene repentinamente senza il correttivo del giudizio e del raziocinio, cioè senza il potere moderatore delle facoltà psichiche superiori. (Att., 47)

  • …qualche cosa di Intozzata II modo (impressionabilità), indice ad infervorarsi per quello che si intraprende. (Att, 333)

vi sono scienze e specialmente arti, che nelle loro esplicazioni hanno per fondamento, direi per sostrato, l’impressionabilità e la sensibilità. Applicare il soggetto a tali arti e scienze, per le quali è predisposto dal suo temperamento sensibile, equivale a favorire la sua normalità. (Att, 47-48)

Con Sinuosa: grande sensibilità (stazione molteplice ricevente) e sensitività paranormale. La sensibilità e la sensitività paranormale sono le fonti della lettura del pensiero e del sentimento altrui. (Att, 50)

LUISETTO

L’emotività è una qualità di disturbo in quanto fa perdere il sentimento della realtà, può mutare direzione e rivoltarsi contro la persona che prima amava.
Nella emotività, ciò che prima formava attrazione può, quindi, diventare occasione di sospetto e portare al litigio. (L, 306)