Bibliografia

  1. Citazione tratta dal libro di A. Charters, Vita di Kerouac, ed. Mondadori 2004, p. 285
  2. “Kerouac scrisse tutti i suoi libri sotto l’effetto di qualche droga, e per questo ognuno possiede una caratteristica legata alla specifica sostanza di cui aveva fatto maggiore uso mentre scriveva. On the Road, pur con tutte le revisioni cui fu sottoposto, emana una sensazione di tensione e di nervosismo che sono effetti tipici della benzedrina. Con tutte le droghe che aveva usato mentre lavorava al Doctor Sax, le allucinazioni di Kerouac si riversarono nella sua prosa. Lui stesso reputò che il testo avesse ‘uno stile davvero allucinato’, dato che quando l’aveva scritto era sempre sotto l’effetto della marijuana e della morfina.” Op. cit., p. 160.
  3. G. Moretti, Scompensi e anomalie della psiche, p. 170
  4. Citazione tratta dall’introduzione di F. Pivano al libro Jukebox all’idrogeno, di A. Ginsberg, Mondadori Editore 1971, p.73.
  5. F. Pivano, op. cit., p. 12
  6. A. Charter, op. cit., p. 348
  7. L’importanza della valutazione dei segni Staccata, Larga tra lettere e Larga tra parole in caso di tossicodipendenza viene molto sinteticamente segnalata anche da G. Luisetto nel corso del I Seminario di Studi organizzato dall’AGI-Sezione Regionale Vento nel 1993. Gli Atti del Convegno sono stati pubblicati e sono tutt’ora disponibili. Il riferimento indicato si trova alle pagg. 138-139.